PremiTelevisitaTreC

TreC Pediatria vince il “Premio innovazione digitale in sanità 2021” del Politecnico di Milano

28/05/2021 By

Il riconoscimento è stato assegnato un paio di giorni fa durante il convegno online “Sanità digitale oltre l’emergenza: più connessi per ripartire”. Il progetto consente ai pediatri trentini di mantenere la visita ambulatoriale con i propri pazienti anche non in presenza.

Una sfida tra le realtà italiane che si sono maggiormente distinte nella capacità di utilizzare le moderne tecnologie digitali e un’occasione per dare visibilità ai progetti più innovativi, per sostenere la cultura dell’innovazione digitale in Sanità e generare un meccanismo virtuoso di condivisione delle esperienze di eccellenza. Erano queste le premesse del “Premio Innovazione digitale in sanità” della School of Management del Politecnico di Milano, a cui la Provincia autonoma di Trento, con TrentinoSalute4.0, ha partecipato risultando tra i finalisti nella sezione dedicata al supporto alle cure primarie.

TreC Pediatria si è guadagnato il 72% delle preferenze

Giulia Malfattiproject manager FBK/TS4.0, ha presentato contesto, obiettivi ed evoluzione della sperimentazione trentina alla qualificata giuria di professionisti ed esperti del mondo della sanità, che lo ha selezionato tra 60 progetti, di cui 11 ammessi alla finale, raccogliendo il 72% delle preferenze.
TreC Pediatria si è conteso il premio, nella categoria “Supporto alle cure primarie”, con la Cooperativa Medici di Milano Centro, che ha presentato un sistema di intelligenza artificiale e telemedicina a supporto della medicina territoriale organizzata in cooperative.
La pandemia ha reso evidente la rilevanza che può avere il digitale per rendere più sostenibile, efficace e resiliente il sistema sanitario nazionale. “Sono felice di questo risultato” – ha detto l’assessora provinciale alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia Stefania Segnana – “Il progetto TreC Pediatria, che è stato sviluppato insieme ai pediatri e sperimentato in Trentino l’anno scorso, contribuisce ora a supportare i nostri sanitari mettendo a disposizione di tutti i pazienti residenti nella Provincia autonoma di Trento un servizio innovativo, efficace e sicuro”.

Cos’è TreC Pediatria
Il Comitato Provinciale per la Pediatria di Libera Scelta, su richiesta dei medici, ha concordato l’utilizzo della telemedicina come strumento per garantire la necessaria assistenza sanitaria ai propri pazienti anche durante l’emergenza sanitaria. E così 60 famiglie e 5 pediatri trentini hanno testato, da luglio 2020, una soluzione digitale che consente la comunicazione e lo scambio di informazioni tra la famiglia del paziente e il pediatra. Attraverso un cruscotto medico e una applicazione per cellulare, integrate all’interno della piattaforma TreC, i medici possono erogare prestazioni ai propri assistiti anche da remoto, evitando assembramenti presso gli ambulatori e riducendo così la probabilità di trasmissione del Coronavirus. La piattaforma TreC Pediatria, che è stata sviluppata anche con il contributo della Fondazione per la Valorizzazione della ricerca trentina (VRT), integra diverse funzioni: la televisita, che consente al pediatra di prescrivere ed effettuare una visita a distanza con la famiglia dell’assistito, un canale di chat attivabile dal pediatra, che permette la comunicazione asincrona e bidirezionale tra medico e paziente e un’area protetta per la condivisione di file multimediali (immagini, file PDF, ecc.).
Consapevoli che il processo di digitalizzazione dell’ecosistema salute procede a diverse velocità ed è spesso frammentato e disomogeneo, obiettivo del convegno organizzato dal Politecnico di Milano consisteva nel creare occasioni di conoscenza e condivisione dei migliori progetti della sanità digitale in Italia e nell’identificare le azioni da mettere in campo, in termini di risorse da investire, modelli di governance, competenze dei professionisti sanitari e dei cittadini/pazienti per attuare la vera trasformazione verso un modello di Connected Care.
“Proprio durante la sperimentazione” – spiega Diego Conforti, direttore dell’Ufficio Innovazione e ricerca del Dipartimento salute e politiche sociali della PAT – “ci si è resi conto che la piattaforma sicura, già nota al cittadino come TreC, era l’ideale per integrare la televisita per la pediatria, perché risponde a necessità e bisogni di medici e pazienti, operando all’interno di un ambiente tecnologico sicuro ed integrato con il sistema informativo dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari. Ecco quindi che l’innovazione di un sistema integrato è andato a vantaggio di pazienti e famiglie che, pur non recandosi presso l’ambulatorio medico, hanno potuto monitorare le esigenze di cura e le visite, senza alcun rischio per la loro salute”.
“Dopo le prime sperimentazioni” – conclude l’assessora Segnana – “l’obiettivo è senz’altro ambizioso, ma percorribile: poter sfruttare le soluzioni emerse anche in altri ambiti sanitari o per altre esigenze terapeutiche e di monitoraggio, e rendere queste tecnologie un servizio presto a disposizione dell’intera comunità trentina”.

Gli altri vincitori
Trasmessa in diretta streaming, l’edizione 2021 del Premio Innovazione Digitale in Sanità della School of Management del Politecnico di Milano, il riconoscimento dell’Osservatorio Innovazione Digitale in Sanità* (www.osservatori.net), ha assegnato, oltre a TreC Pediatria di TS4.0 (indicata come Provincia autonoma di Trento), il premio a: AReSS Puglia, nella categoria “Servizi per l’integrazione ospedale-territorio”, ASST Grande Ospedale Metropolitano di Niguarda nei “Servizi per la presa in carico di patologie specifiche”, e alla Fondazione Poliambulanza di Brescia nei “Servizi a supporto dei processi clinici e assistenziali”. Le menzioni speciali sono state attribuite alla AUSL Toscana Nord Ovest, al Centro Sclerosi Multipla dell’ASP 8 di Siracusa, alla Fondazione Operation Smile, all’ASST dei Sette Laghi (per il progetto “Vicino@te”, utilizzato anche in Trentino) e Regione Sardegna. La Fondazione Poliambulanza di Brescia si è aggiudicata anche il premio del pubblico e l’ASL Cuneo 2 il premio assegnato dalla Federazione Italiana Aziende Sanitarie e Ospedaliere (FIASO). I progetti vincitori rappresentano esempi di tecnologie digitali utilizzate come leva di innovazione e cambiamento.

Mamma Beatrice, con la piccola Gaia, e la dottoressa Monica Ghezzi ci raccontano come hanno vissuto la sperimentazione del sistema TreC_Pediatria:

28



About the Author

Marzia Lucianer: Marzia Lucianer, giornalista scientifica, responsabile Press Office and Digital Communication di TrentinoSalute4.0