Top newsTreC

TreC: ecco il Protocollo con l’Umbria

13/02/2021 By

Riguarda lo sviluppo di azioni condivise in materia di sanità digitale e l’utilizzo della piattaforma da parte della Regione

TreC è una piattaforma digitale che consente ai cittadini trentini di accedere ai servizi sanitari online come il Fascicolo Sanitario Elettronico, ma anche prescrizioni sanitarie dematerializzate, prenotazioni visite, esami e appuntamenti, certificati Covid e tante altre iniziative; offre inoltre l’accesso a servizi di televisita, telemedicina e telemonitoraggio in modo integrato con i sistemi aziendali e, in questo periodo di emergenza, consente, dove possibile, di supportare la presa in carico e la gestione dei pazienti da remoto, direttamente al loro domicilio.
Tramite il Protocollo d’intesa approvato il 12 febbraio 2021 dalla Giunta provinciale, si formalizza una collaborazione tra Provincia e Regione Umbria nell’ambito della sanità digitale e della telemedicina: “L’obiettivo – spiega l’assessore alla salute Stefania Segnana – è quello di mettere in condivisione le competenze maturate e le soluzioni tecnologiche e organizzative che abbiamo messo in campo in questa piattaforma, che raccoglie i dati sulla salute dei pazienti. Il progetto TreC è attivo da oltre 10 anni e vede coinvolte fin dall’inizio Provincia, FBK e Azienda sanitaria tramite TrentinoSalute4.0, il Centro di competenza sulla sanità digitale. Vorremmo che nascesse, a livello nazionale, una ‘community’ tematica per lo sviluppo di una soluzione condivisa di sanità digitale, dove poter sviluppare e riutilizzare modelli e strumenti”.

Da alcuni anni le Regioni e le Province autonome sono chiamate a implementare nuovi modelli tecnologici-organizzativi basati anche sulla sanità digitale che consentano equità di accesso a tutta la popolazione, sviluppo dell’assistenza territoriale, migliore presa in carico e cura dei pazienti cronici. La pandemia Covid19 ha accelerato tale processo con lo sviluppo di soluzioni di televisita e di telemedicina per favorire la relazione medico paziente anche a distanza e la necessaria continuità assistenziale.
Tra i modelli di successo riconosciuti a livello nazionale, in particolare si distingue quello della Provincia autonoma di Trento, che con l’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari e con il supporto di FBK e del Centro di competenza per lo sviluppo della sanità digitale TrentinoSalute4.0, hanno avviato il processo di implementazione di un nuovo modello di gestione della sanità, supportato dalla piattaforma provinciale di sanità digitale TreC, volto a mettere al centro la relazione tra paziente e operatori/strutture sanitarie grazie alla condivisione dei dati del cittadino per finalità di cura, governo e ricerca.
La Regione Umbria, impegnata a sua volta nell’implementazione di un modello di sanità digitale basato su un approccio sistemico, si è dimostrata interessata ad approfondire la conoscenza del modello trentino, con particolare riguardo alla piattaforma TreC, anche al fine di un suo riuso. Di qui l’approvazione di un Protocollo di intesa, che nei fatti è la formalizzazione di una collaborazione tra la Provincia e la Regione Umbria nell’ambito della sanità digitale. Nello specifico, l’intento primario è quello di far evolvere, anche al fine di assicurare economie di scale o scopo, le soluzioni realizzate dalle parti, iniziando dalla piattaforma TreC.
È prevista inoltre l’attivazione di specifiche progettualità comuni su tematiche ritenute prioritarie quali il Fascicolo sanitario Elettronico (FSE), la Privacy, i servizi di Telemedicina, i servizi CUP e le competenze digitali in Sanità.
L’attuazione del presente Protocollo sarà garantita da un Comitato paritetico inter-istituzionale di cui faranno parte per il Trentino, i rappresentanti di Provincia, Azienda sanitaria, Fondazione Bruno Kessler e TrentinoSalute4.0.

(Comunicato stampa PAT a firma di Arianna Tamburini)


About the Author

Marzia Lucianer: Marzia Lucianer, giornalista scientifica, responsabile Press Office and Digital Communication di TrentinoSalute4.0